Club per l'UNESCO di Alberona

“Poiché le guerre nascono nell’animo degli uomini è nell’animo degli uomini che devono essere elevate le difese della pace”

Il Club per l’UNESCO di Alberona è caratterizzato dalla qualità dei Soci, persone da sempre impegnate in attività scientifiche e culturali, che spendono la propria professionalità e le proprie competenze per la realizzazione dei progetti e delle iniziative che costituiscono l’attività del Club
Club UNESCO Alberona

Testo demo Il Club Unesco di Venezia è stato fondato il 28 novembre 1991 dalla dottoressa Franca Fabris, giornalista, preside di liceo e autrice di libri scientifici, presidente del Club fino al 2001. Presidenti successivi: nel 2001 Virgilio Boccardi, scrittore e giornalista, nel 2005 l’architetto Michele Zaggia, nel 2007 Evi Spero, giornalista ed insegnante, tuttora in carica con il seguente Direttivo: vicepresidente Maria Vittoria Modica, segretaria Paola Monello, tesoriera Lucia Sartor Fogliata, consiglieri Tina Bugno, Nadia Bordin e Carmelo Abbadessa, probiviri Matilde Caponi, Daniele Spero e Lucia Tosi, revisori dei conti Ivo Lombardo, Mario Fogliata e Giorgio Bertaggia. testo demo

Cultura

La diffusione della cultura, con particolare attenzione alla conoscenza e alla valorizzazione del nostro territorio e del suo immenso patrimonio storico, artistico e paesaggistico, rappresenta infatti, il comune denominatore di tutte le attività proposte.
Le numerose e qualificate attività scaturite da questo impegno costante hanno conferito credibilità ed autorevolezza a questo Club che oggi si onora di poter interloquire e collaborare con tutte le Istituzioni.
Panorami di Alberona

EDUCAZIONE

Uno degli obiettivi primari dell’Unesco, dalla II guerra mondiale ad oggi, è stato quello di ristabilire nel mondo condizioni idonee all’istruzione, attraverso la formazione di quadri insegnanti, la lotta all’analfabetismo, la ricostruzione degli edifici scolastici, tutto ciò nel rispetto delle situazioni culturali locali.

SCIENZA

I programmi dell’Unesco in questa prospettiva sono volti a favorire “l’accesso dei paesi in via di sviluppo alle ricchezze della scienza e della tecnologia”. L'Unesco si è occupato, nel campo delle scienze sociali di raccolta dati ed approfondimento delle conoscenze dell’ambiente.

CULTURA

In questo campo l’Unesco è impegnato ad “ampliare gli scambi tra tutte le culture” per il vicendevole arricchimento e di “affermare l’identità culturale di tutta la società”. Ciò ha portato alla realizzazione di iniziative di salvaguardia dei singoli patrimoni culturali.

I Centri e i Club per l’UNESCO si propongono di

Cooperazione

promuovere la comprensione internazionale, la cooperazione e la pace, attraverso una migliore conoscenza delle diverse civiltà e del patrimonio culturale dell’umanità

Sviluppo sociale

contribuire allo sviluppo sociale ed economico inteso come raggiungimento delle condizioni ottimali per il completo sviluppo della personalità umana

Formazione

contribuire alla formazione civica e democratica dei cittadini e particolarmente dei giovani, attraverso studi ed attività connessi con la problematica proposta dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo

Realtà

stimolare l’interesse alla ricerca delle verità, attraverso lo studio dei maggiori problemi locali, nazionali ed internazionali

Azione

prendere iniziative nei Paesi tecnologicamente avanzati, con lo scopo di aiutare i Paesi in via di sviluppo, sensibilizzando l’opinione pubblica

Ideali

promuovere la comprensione degli ideali d’azione dell’UNESCO

Il Club per l’UNESCO di Alberona aderisce a

FICLU

Federazione Italiana dei Club e Centri per l’UNESCO​

FEACU

Federazione Europea Club Unesco

WFUCA

Federazione Mondiale Club Unesco